10 buoni motivi per non fare assistenza agli amici

Posted on gennaio 4 2008 by gpbiancoli

Se lavori nell’ambiente informatico, avrai sicuramente un tuo gruppo di persone a cui ti sei ritrovato a fare assistenza, tuo malgrado.
Non ti ricordi come è successo, ma una volta hai montato un masterizzatore a un amico, hai creato un sito per uno zio, hai reinstallato il sistema operativo a un tuo ex compagno di scuola, hai aiutato il figlio del vicino a fare una ricerca su wikipedia… sempre gratis.
Tu te ne sei scordato il giorno dopo… ma loro no.

Ecco 10 motivi per cui non dovevi farlo:

(1) diventi automaticamente disponibile sempre e per sempre; a qualunque ora del giorno e della notte, ovunque tu sia: al lavoro, sotto la doccia…
“Pronto, ciao ti disturbo?”
“Beh in questo momento sono in barca in ferie…”
“Ah… ma tanto tu fai presto in queste cose. Senti ho il computer che quando lo accendo mi da errore 000x32F33. Cosa può essere? Sono disperato…”
“Si, ma sono in mezzo al mare”
“Va bene. Dimmi cosa devo fare…”

(2) diventi oggetto di una catena di passaparola selvaggio.
“Aspetta che lo chiedo a un mio amico, lui di sicuro lo sa. Poi è molto alla mano e se ha tempo ti da una mano volentieri.”

(3) diventi automaticamente il responsabile e amministratore del PC
“Ti ricordi che l’anno scorso mi avevi installato quel programma per vedere i filmati? Ecco, stamattina, vado ad accendere il PC e non si accende più, cosa può essere successo? Non è che hai fatto qualcosa di strano?”

(4) devi conoscere tutti i programmi e tutti i sistemi operativi esistenti sul pianeta. Da Blender al GWBASIC, da Windows ME alle più improbabili distro di Linux. Dovrai saper fare tutto di tutto: non sono ammesse lacune per chi “conosce il computer”
“Senti, scusa se ti disturbo, ma ho un problema: come faccio ad importare un audiolibro con Itunes?”
“Guarda, mi dispiace, ma non ho l’Ipod e Itunes non lo conosco”
“Dai che tu ci capisci di sicuro più di me. In due minuti tu fai tutto…”

(5) diventi, per esteso, la prima persona da consultare per tutto ciò che funziona a corrente elettrica
“Ciao, scusa se ti disturbo, ma ho l’home theatre della sala che non funziona più bene. Tu guardi anche quelle cose lì? Perchè è da qualche giorno che si sente un fruscio dal vufer e magari bisogna solo cambiare un fusibile…”

(6) vieni visto come uno spacciatore di hardware
“Ciao, scusa se ti disturbo, volevo comprarmi un PC portatile, tu non è che hai delle bazze?”
“No”
“Come no? Lavorando nei computer vuoi che non ti passi sotto mano qualche occasione? Beh se hai qualcosa fammelo sapere, intanto mi daresti un’occhiata a dei preventivi che mi sono fatto fare?”

(7) devi sempre navigare nell’ignoto.
“Ciao, scusa se ti rompo, ma il PC non va più”
“Come non va più? Non si accende o cosa?”
“No no, si accende ma poi non va”
“Cos’è che non va? Il sistema operativo?”
“Io non ci capisco mica niente… non va”
“Ma che sistema operativo hai?”
“Cosa vuoi che ne sappia io che sistema operativo ho….cos’è il sistema operativo? Dove devo leggere? Guarda, fai prima se vieni qua a dare un’occhiata, aspetto, vai tranquillo, va bene anche stasera dopo il lavoro…”

(8) lavorarai sempre gratis… se va bene!
Al di là di qualche caffè offerto, non vedrai mai un soldo. Di sicuro, però, ne spenderai: viaggi, telefonate, probabilmente anche cavetti, vecchi componenti, batterie, viti, ecc…

(9) grazie alla tua disponibilità, sarai sempre sottovalutato e verrai classificato al massimo come “smanettone”.
I “tecnici”, quelli veri, fanno le stesse cose che fai tu (forse con meno cura), ma prendendo 80 euro all’ora, saranno visti come semidei.

(10) serve davvero un decimo motivo?

Related Posts with Thumbnails

77 risposte a “10 buoni motivi per non fare assistenza agli amici”

  1. Andrea scrive:

    Grazie per avermi salvato, ho stampato e distribuito il decalogo ad amici e parenti e ne tengo sempre una copia pronta per i nuovi “clienti”

  2. […] Copio spudoratamente e senza ritegno un post di Gian Piero Biancoli pubblicato sul suo blog perchè è assolutamente […]

  3. […] on http://www.gianpierobiancoli.it Share this:FacebookTwitterLinkedInStumbleUponDiggRedditEmailStampaTumblrLike this:Mi piaceBe the […]

  4. Topografo scrive:

    Ho letto la copia su theapplefly, sono venuto da te a scriverti che è vero! Tutto vero.
    Sono condannato… 🙁

  5. Luca scrive:

    Come Andrea, lo distribuirò ad amici e parenti in modo che entro sera lo abbiamo tutti e mi assicurerò che lo leggano bene e almeno 3 volte, prima di alzare il telefono per fare qualsiasi richiesta. 😀

  6. Francesco scrive:

    Post illuminante, complimenti Gian Piero, ciao!

  7. Francesco scrive:

    Articolo del 2008 ma pur sempre attuale … mi son capitate tutte e 10 (hihihihi).

  8. […] giorno scorrendo la mia home facebook mi è capitato sott’occhio un articolo di Gian Piero Biancoli molto interessante. In quanto studente di Informatica e appassionato […]

  9. […] condanna, nella stessa misura che può esserlo per il medico o il tecnico a cui amici e conoscenti non fanno che chiedere diagnosi o consulenze in ogni occasione. Insomma, non stiamo certo parlando di un eroe! Vedete per caso […]

  10. Max scrive:

    E assolutamente tutto vero … avrei da aggiungere anche i punti 11, 12, 13 … ma quello che più mi fa arrabbiare è quando per caso ti trovi a casa loro, tu accetti per cortesia di darci un occhio … e arrivati al 15° minuto di analisi … ……… lui o lei domandano: “Ci vuole tanto? perchè tra 10 minuti devo uscire” … Noooo tutto subito e gratis!

    Per risolvere definitivamente la questione, al momento della richiesta di “intervento” basta che dite di essere “un ingegnere in automazione industriale e robotica…” … rimangono perplessi … e poi piazzare la stoccata finale … “…non sono un informatico :-)” con sorriso beffardo.

    PS: ho conseguito realmente una laurea in “ingegneria informatica indirizzo automazione industriale e robotica” 🙂

  11. […] per intero un’articolo scritto da Gian Piero Biancoli sul suo Blog perchè è assolutamente vero, oltre che […]

  12. Lina scrive:

    Se hai un blog, diventerà fonte di contenuti da riutilizzare aggratis.
    Tanto, il tuo lavoro è gratis, dunque anche i tuoi testi! Abbiamo pure citato la fonte, come prova che ti siamo riconoscenti, allora che vuoi, ingrato! Cosa? Diritti d’autore? Ma va, per gli smanettoni sono sottointese le licenze Creative Commons, mica sei un autore!

  13. mimmo scrive:

    Senti,se non ti dispiace la copio anche io,citando la fonte,ovviamente…è bellissima…

  14. Franky scrive:

    Tutto vero. Complimenti per il post.

  15. denis scrive:

    la 3. Ma come decima metterei : Onniresponsabile. “Ieri mi hai installato Adobe, ricordi? Si quello per aprire i PDF. Ma adesso non mi si accende più il monitor, COSA HAI FATTO!”

  16. FRANCESCO scrive:

    HO CAMBIATO NUMERO DI TELEFONO…HO CAMBIATO NIKNAME SKYPE…HO RIMOSSO IL MIO ACCOUNT FACEBOOK…. HO CHIUSO I BATTENTI :SONO LA PERSONA PIÙ FELICE DEL MONDO !!!!!

  17. luigi scrive:

    per esperienza personale posso dire che vale anche in tanti altri campi. Di sicuro per esperienza ventennale personale nella meccanica.

  18. antonio scrive:

    hahahahah sei un grande tutto verissimo, a me hanno chiesto anche per l’ antenna della tv xD. il decimo motivo potrebbe essere quelli che ti insultano, ti dicono ma tu sei uno stupido sai fare tutto questo e non ti fai pagare?. che verrebbe di dirgli hai ragione! comincio da te xD.

  19. […] Non ti ricordi come è successo, ma una volta hai montato un masterizzatore a un amico, hai creato un sito per uno zio, hai re-installato il sistema operativo a un tuo ex compagno di scuola, hai aiutato il figlio del vicino a fare una ricerca su wikipedia… sempre gratis. (fonte) […]

  20. […] tu sia perfettamente a conoscenza dei 10 buoni motivi per cui non fare assistenza agli amici, il lato Jedi e caritatevole che è in te ti ha convinto a formattare il PC di un amico o un […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *